Ovidio – L’arte Di Ingannare (Ars Amatoria)

 
L’arte d’ingannare esisteva anche nell’età Augustea (forse anche dalla notte dei tempi) infatti:
 
Devi recitare la parte dell’innamorato e parlare come uno che spasima;
con ogni mezzo devi ottenere che lei creda questo.
E non è difficile: ogni donna pensa di meritare l’amore;
sia pur bruttissima, ognuna si crede piacente.
(…)
Pometti senza timori: le promesse attraggono le donne;
e di ciò che prometti chiama a testimoni tutti gli dei che vuoi.
Giove dall’alto ride degli spergiuri degli amanti
e ordina ai venti eolii(1)    di disperderli nel vuoto.
Giove era solito giurare il falso sullo Stige(2)
a Giunone; ora è propizio a chi segue il suo esempio.
Conviene che esistano gli dei, e dunque, se conviene, crediamo
che esistono; diamo agli antichi focolari incensi e vino.
Non trattiene gli dei una profonda quiete, simile al sonno(3);
vivete senza colpa, il nume è presente.
Restituite i depositi, rispettate con scrupolo i patti;
evitate la frode, abbiate le mani esenti da crimini.
Raggirate impunemente, se siete saggi, solo le donne.
In quest’unico caso c’è da vergognarsi di più se si è leali;
ingannate loro, che ingannano; in gran parte sono una razza
empia: cadano dunque nei lacci che hanno teso.
 
 
(1) Eolo è, in Omero e in Virgilio, il signore dei venti.
 
(2) Si tratta di un fiume infernale.
(3) E’ respinta qui la concezione epicurea degli dei, totalmente estranei e indifferenti alle vicende umane.
 
 
About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...